Stefania Portaccio


Sono nata a Lecce nel 1957 e vivo a Roma. Mi sono laureata a Bologna in Storia contemporanea con una tesi su La donna nella stampa popolare cattolica «Famiglia cristiana» 1931-1945.
Ho lavorato alla Camera dei deputati come documentarista-bibliotecaria.
Nel frattempo ho continuato a studiare, non più storia ma letteratura e filosofia, e ho scritto poesia.
Dopo una lunga analisi freudiana mi sono formata presso Philo – pratiche filosofiche (corso quadriennale Scuola in Abof).

Sono dunque quindi scrittrice e analista filosofa (Sabof).
Le mie prime poesie sono pubblicate in 7 poeti del premio Montale (1986).
Seguono le raccolte Contraria Pentecoste, 1996; Continenti, 2006; La mattina dopo, 2011; Waterloo, 2019. Nel 2007 arriva il XXI Premio Haiku (Roma) e nel 2017, con il racconto Dortmund, il premio InediTO – Colline di Torino.
È del 2016 Il padre di Cenerentola e altre storie, 11 fiabe dei Grimm riscritte secondo la propria vicenda interiore; del 2017, con Mimesis, il libro Pane per i denti, racconti di letture, saggi sulle tessiture del rapporto tra lettore e libro; del 2020 la raccolta di racconti La Società del Coraggio.
È in corso di pubblicazione (Mimesis) il racconto-saggio mitobiografico Circe di spalle. Per una dimora del femminile.

Sono socio fondatore della Società Romana di Psicoanalisi (SRP

Come analista filosofa ricevo a Roma privatamente, in presenza e anche in Skype

Email: stef.portaccio@gmail.com